Stories of Excellence

| 12 October 2016

ETI.VIBRA chooses OMET as flexo partner

Successful testing of the new flexographic printing press iFLEX 370 with combined technology, purchased by ETI.VIBRA, was carried out in the last few days at the OMET headquarters in Lecco.
The long-lived friendship between Enrico Gandolfi, OMET Sales Manager for Italy, and the owners of ETI.VIBRA, Mr Vincenzo Brancaccio and his wife Silvana Amoruso, brought to the final agreement at their last meeting at Labelexpo Europe 2015, a pleased union between the two companies, which were destined to seal the deal, at last.
ETI.VIBRA’s first purchase of an OMET machine was finalised during the meeting, which was also attended by all four children of Messrs Brancaccio, representing the future of the company.
The new OMET line will certainly allow the Campania-based company to consolidate their market in which it has been firmly rooted for years now, with a significant expansion of its production capability.
The decision to move towards mixed technology with flexographic printing, cold foil and other finishing applications, is born from the requirements of an increasingly demanding market, whose players must be able to face with just-in-time procurement times.
Both ETI.VIBRA and OMET hope, and are certain, that this will be just the first of a long series of printing machines that they may purchase over the years, thanks also to the new promising generation who will certainly ensure continuous and long-lasting growth.

Photographed: Enrico Gandolfi of OMET followed by Vincenzo Brancaccio, Silvana Amoruso and their eldest child Renato of ETI.VIBRA.


ETI.VIBRA sceglie OMET come suo partner flexo

E’ stato effettuato in questi giorni presso la sede OMET sul lago di Lecco, il collaudo della nuova linea da stampa flessografica con tecnologia combinata iFLEX 370 acquistata da ETI.VIBRA.
La conoscenza tra Enrico Gandolfi, responsabile vendite per l’Italia di OMET, ed i titolari di ETI.VIBRA, il sig. Vincenzo Brancaccio e la moglie Silvana Amoruso, è di lunga data, ma è solo in occasione dell’ultimo incontro avvenuto a Labelexpo Europe 2015 che è stato sancito il matrimonio tra le due aziende che ormai da tempo “s’aveva da fare”.
Durante l’incontro, nel quale erano presenti anche tutti e quattro i figli dei signori Brancaccio, rappresentanti il futuro dell’azienda, è stato finalizzato l’acquisto della prima macchina OMET da parte di ETI.VIBRA.
La nuova linea OMET permetterà sicuramente all’azienda campana di consolidare il mercato nel quale ormai da anni è saldamente presente e radicata, con un notevole potenziamento della propria capacità produttiva.
La decisione di andare verso una tecnologia mista con stampa flessografica, lamina a freddo e altre nobilitazioni, nasce da una richiesta di mercato sempre più esigente, alla quale bisogna poter far fronte con tempi di approvvigionamento just-in-time.
Sia ETI.VIBRA che OMET si augurano, e ne sono certi, che questa sarà solo la prima di una lunga serie di macchine da stampa che potranno acquistare negli anni, anche grazie ai figli che certamente garantiranno una crescita continua e duratura.

In foto, con Enrico Gandolfi di Omet, seguono Vincenzo Brancaccio, Silvana Amoruso ed il primogenito Renato di ETI.VIBRA